Leggende e Favole

Paure, Mazzamurelle, e cani neri grandi come case: per secoli la mancanza di illuminazione pubblica deve aver contribuito a creare miti e leggende che si raccontavano davanti al fuoco, la sera prima di andare a letto. Ma qualcuna di queste rasenta la realtà e ne attraversa il limite.

Curre, curre… Lù Macaròsce!

Curre, curre… Lù Macaròsce!

Vivace. Chi da molto piccolo combinava disastri  di tutti i colori, veniva definito vivace, perché carogna, delinquente, figlio di buona donna era  troppo per dei 'pezzi di cuore' e soprattutto poteva mettere in dubbio le capacità educative di madri e padri, oltre che...

leggi tutto
Buuuum, buum, bum!

Buuuum, buum, bum!

Sentirli chiamare “Mazzamurelli” fa un po’ ridere. Italianizzare le parole dialettali crea spesso dei veri obbrobri. Chi li ha sempre chiamati Mmazzamëriéllë pensa siano altro che quello che gli hanno insegnato, e cioè una specie di nanetto scattante e vestito a festa...

leggi tutto
Di femmina in femmina.

Di femmina in femmina.

Fate, Sibille, streghe, fattucchiere, indovine. Tra questi monti non c’è una sola entità che abbia un qualche legame con il mondo metafisico, che non sia di sesso femminile.  Vabbè, direte, è il solito collegamento del mistero della vita che si genera nel grembo di...

leggi tutto